Studio universitario, Ceipiemonte e assistenza sono stati i principali argomenti esaminati questa mattina dalla Giunta regionale nel corso di una riunione coordinata dal presidente Sergio Chiamparino.

Studio universitario. Su iniziativa dell’assessora Monica Cerutti è stato deciso che all’Ente per il diritto allo studio universitario (Edisu) verranno assegnati 4.540.000 euro per consentire, unitamente ai 17,3 già stanziati, di concedere la borsa di studio a tutti gli studenti che ne hanno presentato richiesta per l’anno accademico 2016-2017.

Inoltre, l’Edisu riceverà 3 milioni come contributo per gli interventi necessari per il mantenimento in efficienza degli edifici usati per erogare i servizi agli studenti.

Ceipiemonte. Come proposto dall’assessora Giuseppina De Santis, è stata disposta l’erogazione a Ceipiemonte di un contributo straordinario di 740.000 euro (550.000 una tantum e 190.000 sulla base della quota posseduta nella società, così come stabilito nell’assemblea straordinaria del 7 novembre scorso). Il contributo è erogato a seguito della presentazione del piano industriale che permetterà alla società di proseguirà la sua attività a supporto dell’internazionalizzazione delle imprese, dell’economia e del territorio piemontese.

Assistenza. Il Comune di Torino riceverà, su proposta dell’assessore Augusto Ferrari, 10 milioni di euro per finanziare le prestazioni in lungoassistenza nella fase di cronicità delle persone non autosufficienti, mentre gli enti gestori delle funzioni socio-assistenziali piemontesi riceveranno 400.000 euro per la continuazione del progetto di continuità assistenziale per i pazienti affetti da Sla.

La Giunta ha inoltre approvato:

- su proposta degli assessori Francesco Balocco ed Alberto Valmaggia, l’istituzione di un gruppo di lavoro interdirezionale per lo sviluppo dell’applicativo Erikus a supporto della funzione di censimento dei danni e del rilievo dell’agibilità degli edifici colpiti dal terremoto nell’Italia centrale;

- su proposta dell’assessora Monica Cerutti, l’istituzione di una cabina di regia regionale contro la tratta e lo sfruttamento degli esseri umani, quale strumento efficace di approccio sistematico e programmatico tra tutti i soggetti istituzionali che a vario titolo si occupano del problema.

- su proposta dell’assessore Giovanni Maria Ferraris, il nuovo piano per l’utilizzo del telelavoro per il personale della Giunta regionale;

- su proposta dell’assessore Giorgio Ferrero, le disposizioni attuative della misura del Programma di sviluppo rurale a sostegno della conservazione, uso e sviluppo sostenibile delle risorse genertiche vegetali in agricoltura;

- su proposta dell’assessore Antonio Saitta, il rinnovo della convenzione per la prosecuzione delle attività del Centro regionale per i trapianti del Piemonte e della Valle d’Aosta;

- su proposta dell’assessore Alberto Valmaggia, le disposizioni attuative per la stesura e l’aggiornamento dei piani naturalistici del Programma di sviluppo rurale, nonché l’istituzione in memoria di Stefano Rigatelli, direttore dell’Ambiente deceduto improvvisamente nell’aprile scorso, di un premio di dottorato del valore di 3.000 euro e di un premio di laurea del valore di 2.000 euro negli ambiti della bonifica di siti inquinati, del risanamento ambientale e dell’amianto.



RUBRICHE