Sabato 10 dicembre si e tenuta presso il Ristorante Grappolo d'Oro di Canelli la tradizionale conviviale degli auguri del Lions Club Nizza Monferrato- Canelli.

Il club ha istituito un riconoscimento, "Testimone del Territorio", che ogni anno, in questa ricorrenza, viene consegnato a persona del nostro territorio che, nello svolgimento della propria attività, si sia fatta particolarmente apprezzare. Il tutto in "chiave Unesco".

Lo scorso anno il riconoscimento venne consegnato a Mauro Ferrero, storico "champagnista" di Casa Contratto, gestita con ottimi risultati di immagine e commerciali dalla famiglia Rivetti. Gli si riconobbe l'alta professionalità maturata in quarant'anni di fedele gestione dei riti nella gestione del metodo "Classico".

Per l'anno 2016 è stato premiato Danilo Sacco. Già chitarrista e voce dei "Nomadi", formatosi professionalmente a casa nostra e che oggi continua un'apprezzata carriera solistica.
Sapendo di fargli cosa gradita, i Lions gli hanno donato una pupitre storica (proveniente dalle Cattedrali Sotterranee di Casa Contratto) colma di prodotti enologici del nostro territorio.

La serata è stata allietata con l'esecuzione di indimenticabili brani in cui Danilo è stato accompagnato alla chitarra da un altro eccellente musicista, di cui dobbiamo andare fieri: Marco Soria.

La conviviale, vissuta con entusiasmo dai soci intervenuti, è stata iniziativa propedeutica ad un grande appuntamento che il Lions Club si prefigge di organizzare nella prossima primavera, un concerto con Danilo Sacco e la sua band per concludere la campagna di raccolta fondi per l'adozione di un cane guida per non vedenti.

Nella foto (da destra) il premiato dello scorso anno Mauro Ferrero con il presidente Roberto Incaminato e altri componenti del direttivo, consegnano la barrique a Danilo Sacco