Una serie di furti sono stati compiuti tra il 29 dicembre e la mattinata di San Silvestro, nell'Astigiano, con diversi colpi che i malviventi sono riusciti a portare a termine tra il comune capoluogo e alcuni centri della nostra Provincia.

Il fatto più clamoroso è avvenuto a Grazzano Badoglio, dove alle prime luci dell'alba del 31 dicembre, i ladri hanno preso di mira il magazzino comunale, compiendo un'autentica razzia prendendo di mira il garage, dove erano custoditi un automezzo e l'attrezzatura utilizzata dal personale del comune, fra cui figurano diversi attrezzi agricoli in dotazione come un decespugliatore, un soffiatore ed una motosega, abitualmente utilizzati per la cura del verde pubblico del paese. Oltre a questo, sono stati portati via altri attrezzi e utensili. La dinamica del fatto è stata la seguente: gli ignoti hanno forzato la serratura della porta d'ingresso del magazzino, e caricato tutta la merce prelevata sul cassone di una Ford Transit.

Nessuno nelle villette vicine al deposito comunale si è accorto di nulla, così i malviventi hanno potuto darsi alla fuga, incuranti anche dal fatto che il furgone avesse sulle portiere lo stemma del Comune. E' stato un dipendente comunale, soltanto la mattina seguente, ad accorgersi del furto e a presentare denuncia alla vicina caserma dei Carabinieri di Moncalvo che ha avviato le indagini. Il danno sinora quantificato del furto è stimato in 30.000 euro.

Gli altri colpi sono invece avvenuti, nelle ultime notti dell'anno, all'interno di alcune abitazioni in modo particolare tra Asti e Cerro Tanaro. Nel comune capoluogo, i ladri di turno si sono introdotti in un alloggio situato all'inizio di corso Torino, dove hanno rubato una collezione di ben dieci orologi in oro che l'uomo, in quel momento risultato assente nell'abitazione, custodiva come sua grande passione. La gang è riuscita anche a sottrarre una cospicua somma di denaro, prima di dileguarsi e far perdere così le proprie tracce.

Sempre preziosi e banconote, sono il frutto del bottino di un altro furto notturno compiuto in quel di Cerro Tanaro, precisamente nell'abitazione di via La Torre, con vittima un'anziana donna originaria di Torino. In questo caso i topi d'appartamento, utilizzando un flessibile, sono riusciti a forzare le due casseforti blindate custodite all'interno. Il danno stimato è di 4mila euro, tra contanti e diversi oggetti e monili in oro sequestrati. Tuttavia il bottino non si limita unicamente a questo, poiché i malviventi sono riusciti a trafugare anche pezzi d'antiquariato, ceramiche varie ed argenteria per un danno complessivo che ammonta a ben 40mila euro. A indagare sull'ingente furto compiuto nel paese, sono i Carabinieri della vicina stazione di Castello D'Annone, competente per zona.

Neil Palladino