Nell’ultimo periodo tre persone sono state denunciate da personale della Stazione forestale di Nizza Monferrato per violazioni in materia di rifiuti nel territorio del Comune di Vaglio Serra.

In un caso gli agenti della Forestale hanno riscontrato che nelle pertinenze di un’abitazione privata era stato realizzato un riporto di terreno per un volume stimato di circa 400 metri cubi, finalizzato ad innalzare il piano di campagna di un cortile. Dalle successive verifiche è risultato che tali lavori sono stati eseguiti in assenza di alcun titolo edilizio (peraltro all’interno di una cd. “buffer Zone” delle colline riconosciute come Patrimonio UNESCO) nonché della documentazione necessaria a certificare la lecita provenienza del materiale impiegato.

La Forestale ha quindi dovuto ricostruire tramite attività d’indagine l’origine della terra riportata sul sito. In particolare, la visione dei filmati di videosorveglianza cittadina ha permesso di identificare i mezzi che avevano effettuato il trasporto del materiale e di risalire alla ditta fornitrice, un’azienda di Aqui Terme avente per attività lavori di movimento terra. Relativamente ai trasporti effettuati e ripresi dai filmati non è stato possibile ottenere alcuna documentazione attestante l’origine della terra.

Presumibilmente questa proveniva da lavori di scavo in un altro cantiere, ma l’assenza della documentazione atta a dimostrarne la tracciabilità e l’assenza di danno in caso di reimpiego nel sito di destinazione, ha obbligato a considerarla come rifiuto. La titolare della ditta è stata quindi denunciata per gestione illecita di rifiuti, nonché per violazioni edilizie, unitamente, per queste ultime, al committente dei lavori. Le indagini hanno permesso di risalire anche ai conducenti dei mezzi per ciascuno dei trasporti illeciti accertati. A questi sono state contestate sanzioni amministrative per il trasporto di rifiuti in assenza di formulario per un totale di oltre 43.000,00 euro.

La visione delle riprese di videosorveglianza ha permesso di accertare ulteriori viaggi in zona di mezzi carichi di rifiuti, questa volta verosimilmente materiale da demolizione, e successivi passaggi degli stessi mezzi a cassone vuoto. Identificata la ditta proprietaria dei mezzi, un’impresa edile di Nizza Monferrato, questa è risultata autorizzata al trasporto di rifiuti prodotti dalla propria attività ma anche in questo caso non è stata fornita la documentazione atta a certificare la natura, la provenienza e la destinazione dei rifiuti relativi ai viaggi documentati dalle videoriprese.

A tutt’oggi non si conosce quale sia stato il destino dei rifiuti trasportati. Il titolare della ditta è stato quindi denunciato per gestione illecita di rifiuti nonché sanzionato amministrativamente per i trasporti effettuati in assenza di formulario. Seguiranno ulteriori accertamenti sul destino subito dai materiali trasportati.