Martedì scorso, 10 gennaio, il sindaco Maurizio Marello ha incontrato i neo presidenti ed i membri dei nove Comitati di Quartiere cittadini eletti il 20 novembre scorso.

"Ho voluto questo incontro per conoscerci – ha spiegato il Sindaco Maurizio Marello – Questa è stata la seconda tornata elettorale per i Comitati di Quartiere nella storia di Alba. La prima era stata nel 2011. I Comitati in città c’erano già stati negli anni settanta poi, l’esperienza era finita. Nel 2002, quando è stato rivisto lo statuto comunale, come consigliere di opposizione io presiedevo la commissione per il regolamento ed abbiamo deciso tutti insieme di istituzionalizzare i Comitati di Quartiere con l’inserimento all’interno dello Statuto dell’articolo 54 con cui il Comune riconosceva i Comitati di Quartiere democraticamente eletti per avere un’esperienza consultiva nell’ambito dell’Amministrazione. Durante le elezioni del 20 novembre scorso c’è stata un’ottima partecipazione al voto. Il numero dei componenti i vari Comitati è un dato significativo. Non è un impegno facile. Sottrae tempo alla vostra vita e alla vostra famiglia".

Con il Regolamento in mano, il sindaco Marello ha ricordato che "I Comitati hanno la funzione di garantire la voce e la partecipazione dei cittadini alla vita della città. Questo non significa parcellizzare la città ma aiutare l'Amministrazione ad essere a conoscenza dei problemi attraverso le funzioni consultiva e di iniziativa. Mentre l’Amministrazione informerà i Comitati di Quartiere sui bilanci, in caso di varianti al Piano regolatore, sui piani legati alla viabilità, sui servizi, sulle opere pubbliche. I Comitati possono presentare all’Amministrazione istanze e suggerimenti. Almeno una volta all'anno, il Sindaco è presente nelle assemblee di quartiere. In primavera avremo un confronto per valutare ciò che si può realizzare oltre alle opere pubbliche previste nel piano triennale. Il Comune si autofinanzia quasi totalmente con i soldi dei cittadini albesi. Il bilancio è solido. Bisogna però fare attenzione alla spesa spendendo sulle priorità".

Durante l’incontro sono anche intervenuti il presidente del quartiere Piave Leopoldo Cane e il presidente del quartiere Centro Storico Attilio Cammarata.

Presenti all’incontro anche il vice sindaco Elena Di Liddo, gli assessori Massimo Scavino, Luigi Garassino, Anna Chiara Cavallotto, Alberto Gatto ed il consigliere delegato ai quartieri Claudio Tibaldi.