Riceviamo e pubblichiamo la lettera del Comitato Asti-Torino.

"Trenitalia procede imperterrita nell'aggravare il più totale disprezzo verso i propri utenti.
Il treno 2544 (Novi L.-Torino PN 7,45) da alcuni giorni viaggia con pesanti ritardi - che, per un pendolare, al mattino sono particolarmente gravi - indice di problemi strutturali, ovviamente a conoscenza di Trenitalia: quindi è ovvio che il non intervenire sia la conferma di una precisa volontà di danneggiare i Pendolari!

Inoltre, con il nuovo orario, sugli SFM vengono utilizzati i "Minuetto" anziché i "Jazz": così si somma una ridotta capienza al gran colpo di genio dell'Agenzia di Mobilità Regionale - che a suo tempo aveva già gravemente e volutamente danneggiato i Pendolari delle stazioni di Trofarello, Villanova e Villafranca, cancellando le fermate dei RV - che obbliga molti Pendolari a riversarsi sugli scandalosamente lenti SFM: il risultato è che, nelle ore di punta, si viaggia in piedi e schiacciati come sardine!

Ovviamente, conoscendo Trenitalia, non ci aspettiamo certo che risolva questi problemi: ne andrebbe del suo buon nome, acquisito in anni di onorata carriera di sprezzante distruzione del Servizio Pubblico che dovrebbe fornire! La nostra domanda é: cosa s'inventeranno ancora per umiliarci ulteriormente? Conoscendo Trenitalia, appunto, è certo che, grazie alle complicità della Regione - improvvida sottoscrittrice di un Contratto di Servizio farlocco - e dell'Agenzia di Mobilità Regionale - estremamente proficua nell'applicare la sua linea di disprezzo distruttivo - sicuramente non si accontenteranno di quanto già ci infliggono quotidianamente".



RUBRICHE